Incentivi rottamazione 2024: tutto quello che c’è da sapere

Stai pensando di rottamare il tuo veicolo per acquistarne uno nuovo e ti piacerebbe capire quali sono gli incentivi rottamazione per l’anno 2024? Hai letto che oggi esistono diversi tipi di incentivi per la rottamazione e vorresti saperne di più in caso di rottamazione? Oppure sei curioso di scoprire quali sono gli incentivi auto previsti dallo Stato italiano nel caso in cui tu voglia acquistare un mezzo ecosostenibile con ridotta emissione di CO2?

 

Non ti preoccupare!
Fermati per qualche minuto a leggere questo articolo che noi di Autodemolizione Ecovivaesperti in demolizione di auto e vendita di ricambi nuovi e usati a Torino, abbiamo pensato di scrivere per fornirti tutte le indicazioni su come muoverti nel caso in cui tu voglia acquistare un’auto nuova a ridotta emissione di CO2 e rottamare il tuo vecchio veicolo. Vedremo insieme cosa sono gli incentivi auto e come orientarti nella scelta di quello più giusto in base alle tue esigenze e come muoverti per acquistare la tua nuova automobile.

Buona lettura!

Incentivi auto: le diverse opzioni tra le quali scegliere

Prima di vedere, nello specifico, quali sono i requisiti per il 2024 sugli incentivi auto e come funzionano, vediamo cosa sono gli incentivi auto.

In pratica, gli incentivi auto sono aiuti introdotti dallo Stato per sostenere le spese per l’acquisto di una nuova automobile, in base a determinati requisiti.

 

Lo Stato italiano propone questi sconti già da diversi anni, secondo un plafond prefissato e non è raro che queste quote arrivino al termine nel giro di pochi mesi. Gli incentivi auto sono strutturati in modo da sostenere le spese per l’acquisto di mezzi ecosostenibili a ridotta emissione, con l’obiettivo di tenere bassi gli inquinanti nell’ambiente. Gli incentivi auto oscillano tra 2.000 e 5.000 Euro.

 

Adesso vediamo nello specifico come funzionano questi incentivi:

  1. 1. Acquisto di veicoli con emissioni di CO₂ comprese tra 0 e 20 grammi per kilometro:
  • Con rottamazione: 5.000 Euro
  • Senza rottamazione: 3.000 Euro
  1. Acquisto di veicoli con emissioni di CO₂ comprese tra 21 e 60 grammi per kilometro:
  • Con rottamazione: 4.000 Euro
  • Senza rottamazione: 2.000 Euro
  1. Acquisto di veicoli con emissioni di CO₂ comprese tra 61 e 135 grammi per kilometro:
  • Con rottamazione: 2.000 Euro
  • Senza rottamazione: nessun contributo previsto

La rottamazione sarà obbligatoria solo se intendi acquistare macchine con motore termico e ibrido con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km.

In caso di rottamazione, la vettura da demolire dovrà essere intestata all’acquirente di quella nuova o a un suo familiare convivente da almeno 12 mesi. Inoltre, dovrà essere di classe inferiore a Euro 5. La rottamazione delle auto Euro 5 sarà ammessa solo per l’acquisto di una vettura delle prime due fasce sopra descritte (0-20 e 21-60 g/km) e potrà accedere a questa possibilità solo chi avrà un Isee familiare inferiore a €. 30.000.

Inoltre, la vettura da rottamare dovrà essere consegnata in concessionaria a spese dell’acquirente della macchina nuova. In più, l’acquirente dovrò pagare le spese amministrative di radiazione per demolizione, senza ulteriori oneri.

Dal momento della prenotazione del contributo sulla piattaforma ministeriale, decorreranno i 270 giorni di tempo entro cui l’operazione si dovrà concludere con l’inserimento del numero di targa assegnato al momento dell’immatricolazione.

In caso di superamento di questo termine, la prenotazione e il bonus decadono. Consigliamo quindi di attendere l’effettiva erogazione del contributo statale prima di concludere definitivamente il contratto di acquisto dell’autovettura nuova.

Al momento in cui sottoscrivi il contratto, dovrai anche impegnarti a mantenere la proprietà del veicolo acquistato per almeno 12 mesi. In caso contrario sarai tenuto a restituire il contributo ricevuto.

 

Un elemento importante poi è che se acquisti una nuova vettura con l’incentivo, questa potrà essere intestata anche a una persona diversa di quella a cui era intestata quella da rottamare, purché entrambi i soggetti facciano parte dello stesso nucleo familiare. Questo è il motivo per il quale viene richiesto anche lo stato di famiglia.  

 

Gli incentivi 2024 prevedono, inoltre, un contributo statale all’acquisto di macchine usate, pari ad €. 2.000, se si procede anche alla rottamazione di una vettura di classe fino ad Euro 4.

Al momento stiamo attendendo comunque la ufficialità e la conferma da parte della Corte dei Conti sulla effettiva operatività del meccanismo previsto per questi incentivi 2024.

Bisognerà attendere tra marzo e aprile per maggiori informazioni.

rottamazione auto incentivi autodemolizione torino

Rottamazione auto con Autodemolizioni Ecoviva

Se hai necessità di procedere alla rottamazione del tuo vecchio veicolo, Autodemolizione Ecoviva è la risposta alle tue esigenze tecniche e burocratiche. Per rottamare la tua auto, è necessario rivolgersi ad un centro specializzato come il nostro. Siamo a Torino e operiamo in tutto il territorio torinese non solo per la rottamazione dei veicoli in quanto siamo un centro di raccolta autorizzato. Ci occupiamo di tutte le pratiche burocratiche connesse alla demolizione e bonifica del mezzo ed emettiamo il certificato di rottamazione che attesta l’esito della pratica. Se hai necessità di rottamare il tuo vecchio veicolo, contattaci per un preventivo compilando il form qui sotto.

Contattaci per richiedere un preventivo gratuito!

Compila il form o chiamaci per ricevere ulteriori informazioni e chiarire ogni dubbio.

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA di Google, al quale si applicano la Privacy Policy ed i Termini di Servizio relativi.